19 gennaio 2017

 

 

23 DICEMBRE 2016

VISITA AL VESCOVO DI ACIREALE E SCAMBIO DEGLI

AUGURI DI NATALE

Il Confratello Antonino Longo famOT, Vice Commendatore Vicario per le Diocesi della Sicilia Orientale, ha reso visita al Confratello Antonino Raspanti famOT, Vescovo di Acireale, per il tradizionale scambio di auguri in occasione delle prossime feste di Natale, recando in dono un prezioso volume sulla Cattedrale di Monreale, Diocesi sede della Chiesa Capitolare della Commenda di Sicilia.

In occasione della visita Mons. Raspanti ha comunicato la propria determinazione di concedere, presso la città di Acireale, in accoglimento di una espressa richiesta avanzata dal Commendatore, una Chiesa all’Ordine Teutonico, che possa costituire un punto di aggregazione per i confratelli della Sicilia Orientale, sotto la direzione spirituale dello stesso Vescovo di Acireale.

 

 

20 DICEMBRE 2016

SCAMBIO DEGLI AUGURI DI NATALE ALLA MESSA

Preceduta da una riflessione sul significato dell’Avvento e del Natale, condotta dall’Assistente Spirituale Vicario Mons. Gaetano Tulipano famOT, ha avuto luogo presso la Chiesa Capitolare la consueta messa mensile alla quale ha partecipato un nutrito numero di membri della Commenda dei novizi.

Alla fine della messa il Commendatore ha richiamato l’attenzione sugli incontri del 21 e 22 gennaio 2017, in occasione della settimana di preghiera per l’unità dei cristiani e la celebrazione ecumenica dei 500 anni della Riforma Luterana.

Alla fine della Santa Messa è seguito lo scambio di auguri per il prossimo Natale, nel corso del quale il Vice Commendatore Antonino Longo famOT ha offerto in dono, a nome di tutti i membri della Commenda, al Commendatore, una preziosa icona realizzata interamente a mano dal maestro Ombretta Fusco, a tempera all’uovo ed oro zecchino, secondo i principi dei canoni iconografici russi e bizantini, raffigurante la Vergine della Tenerezza di Vladimir (Costantinopoli 1131).

 

 

15 DICEMBRE 2016

PROGRAMMA PER LE CELEBRAZIONI DELLA SETTIMANA PER

L’UNITA’ DEI CRISTIANI ED I 500 ANNI DELLA

RIFORMA LUTERANA

    Alberto di Hohenzollern, dal 1511 al 1525, 37° Principe e Gran Maestro cattolico dell'Ordine
    Teutonico poi,dal 1525 al 1568, Alberto I di Hohenzollern, Duca luterano di Prussia

La Commenda di Sicilia ha deciso, in linea con le indicazioni del Sommo Pontefice, di commemorare, nel corso delle celebrazioni della settimana di preghiera per l’unità dei cristiani, i 500 anni della Riforma Luterana, evento storico e religioso che ha segnato profondamente la vita della Chiesa d’Occidente e dello stesso Ordine Teutonico che, a seguito della conversione al luteranesimo del suo 37° Gran Maestro Alberto di Hohenzollern e di gran parte dei balivi e commendatori di quella che un giorno sarebbe stata la Germania, dovette assistere alla disgregazione della sua sovranità territoriale ed all’inizio di un lento declino sino alla rinascita come vero e proprio Ordine religioso agli inizi del ‘900.

Membri del baliato protestante di Utrecht e dell’Ordine cattolico
insieme ad una celebrazione religiosa

Un segno tangibile di quella ferita (oggi non più tale) resta nella testimonianza storica data dal Baliato di Utrecht. In seguito alla perdita della Prussia ed al trasferimento del Gran Magistero dell'Ordine a Bad Mergentheim, la maggioranza dei membri dell’Ordine nei Paesi Bassi si convertirono alla fede luterana. Nel 1580 i membri del Baliato di Utrecht, composto di varie Commanderie olandesi, respinse la giurisdizione di Bad Mergentheim. Nel 1637, poi, l'ultimo legame con l'Hochmeister venne definitivamente spezzato ed il Baliato dei Cavalieri Teutonici in Olanda divenne un istituto indipendente, posto sotto la protezione delle Province Unite dei Paesi Bassi, continuando a funzionare come un Ordine Ospedaliero, ma senza il suo carattere cattolico. Tale resta ancor oggi ed è governato da un Landcommandeur, in atto Sua Eccellenza Jan Reint baron de Vos van Steenwijk, esponente di spicco della più alta nobiltà olandese, Accademico Onorario dell’Accademia Teutonica Enrico VI di Hohenstaufen.

E’ per questo motivo che la Commenda si è fatta promotrice di un incontro di preghiera e culturale sulle ragioni storiche e teologiche della Riforma e sulle prospettive di un possibile recupero della piena comunione con i fratelli luterani.

Le celebrazioni si articoleranno su due giornate, la prima a sfondo religioso e di preghiera, il 21 gennaio 2017 presso la Cattedrale di Monreale, con una appendice a carattere teologico presso la Chiesa Capitolare Teutonica del Sacro Cuore di Monreale, e la seconda, il 22 gennaio 2017, a contenuto storico-culturale presso quest’ultima Chiesa, sede essa stessa dell’Accademia Teutonica che ha patrocinato l’evento accademico.

21 gennaio 2017 - Chiesa Cattedrale di Monreale

ore 17.00: Liturgia Ecumenica della Parola secondo il formulario approvato dalla Commissione mista Cattolico-Luterana per i 500 anni della Riforma Luterana, presieduta da Mons. Michele Pennisi famOT, Arcivescovo Abate di Monreale (Chiesa Cattolica), il Molto Reverendo Miloš Klatik, Vescovo Generale della Chiesa Evangelica della Confessione di Augusta (Chiesa Luterana) in Slovacchia e Mons. Ilarion, Arcivescovo di Rivne e Ostrog (Chiesa Ortodossa), Responsabile del Dipartimento per le relazioni esterne del Patriarcato Ukraino Ortodosso di Kiev.

21 gennaio 2017 - Chiesa Capitolare Teutonica del Sacro Cuore

ore 18.30: Sua Eccellenza Mons. Antonino Raspanti famOT, Vescovo di Acireale: Riflessione su “Luteranesimo e Cattolicesimo: Convergenze e divergenze ecclesiologiche e sacramentali”.

Francois Maximiliaan baron van der Duyn,
heer van Maasdam, Landcommandeur di Utrecht nel 1889

22 gennaio 2017 - Chiesa Capitolare Teutonica del Sacro Cuore

ore 16.00: Saluti del Commendatore, dell’Arcivescovo, del Procuratore Generale dell’Ordine presso la Santa Sede e dei rappresentanti delle Chiese presenti all’incontro.

ore 16.15: Lectio magistralis degli Accademici:

* Rt. Revd. Dr theol. Dag Sandahl, Decano Emerito di Kalmar, Membro del Consiglio Esecutivo della Chiesa Luterana di Svezia (Le prospettive di un possibile ritorno di cattolici e luterani alla piena comunione).

* Rt. Revd. Roald Nikolai Flemestad, Vescovo della Nordic Catholic Church (Chiesa vetero cattolica di Norvegia) (Il culto di Sant’Olav nella Norvegia luterana).

* Dom Notker Wolf, Abate Primate Emerito dei Benedettini (L’ecumenismo oggi).

* Rt. Revd. doc. PhDr. Miloš Klátik, General Bishop of Evangelical Church of the Augsburg Confession (Chiesa Luterana) in Slovakia (ECAC) (La Confessione di Augusta).

All’incontro religioso, prima e culturale, poi, oltre ai prelati sopra indicati parteciperanno Vescovi e pastori di altre confessioni religiose luterane, ortodosse ed anglicane.

 

 

12 dicembre 2016

CONCERTI

La locandina con il programma può essere scaricata cliccando sull’immagine.

 

 
<< Start < Prev 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Next > End >>

La consultazione del sito dell'Ordine Teutonico Sicilia prevede l'utilizzo di cookie. La prosecuzione della navigazione si intende come implicita accettazione di tale condizione.