7 luglio 2016

CELEBRAZIONE DEL 40° ANNIVERSARIO DELLA CONFERMA

DEL CULTO DI S. DOROTEA DI MONTAU NELLA CATTEDRALE

DI MARIENWERDER/KWIDZYN (POLONIA)

(La Beata Dorotea di Montau con il mantello dell’Ordine Teutonico)

Presso la diocesi di Elbing/Elblag, il 25 giugno 2016 si è tenuta una solenne celebrazione in occasione della memoria liturgica della Beata Dorotea di Montau per il 40° anniversario della conferma del culto da parte della della Santa Sede, alla quale, in rappresentanza dell’Ordine Teutonico, hanno preso parte Padre Piotr Rychel OT (Vienna) ed i Confratelli André Schmeier FamOT (Allenstein/Olsztyn) e Janusz Trupinda FamOT (Danzig/Gdansk).

Poco dopo la morte di Dorotea furono fatti grandi sforzi per la sua canonizzazione e grazie all’impegno della Chiesa in Prussia e dei Cavalieri Teutonici la Santa Sede diede il suo consenso al processo di canonizzazione che è stato condotto negli anni 1404-1406 a Kwidzyn.

Purtroppo il processo fu complicato dalla difficile situazione politica nella penisola italiana, dallo Scisma d'Occidente e dala sconfitta dell'Ordine Teutonico nella Battaglia di Tannenberg, eventi tutti che resero impossibile la definizione del procedimento canonico.

Tuttavia il culto popolare di Dorotea culto non venne meno, anche durante i momenti difficili della Riforma e nel 1976 Papa Paolo VI riconobbe il culto secolare della santa confermandolo formalmente.

Il Solenne Pontificale è stato presieduto dal Vescovo di Elblag Dr. Jacek Jezierski nella Cattedrale di San Giovanni.

La parrocchia cattedrale ha anche stampato una cartolina commemorativa con una moneta che mostra la Beata.

(Cella della Beata Dorotea di Montau a Kwidzyn)

La Beata Dorotea nacque il 6 febbraio 1347 in Prussia, nella cittadina di Montau, sulla Vistola. Andò sposa a sedici anni, nella cittadina di Danzica (Polonia), ad un maturo armaiolo, Adalberto, benestante e buon cristiano, ma dal carattere difficile. Ebbero nove figli che morirono tutti in giovane età, eccezion fatta per una che vestirà l’abito benedettino a Kulm.

Durante un successivo viaggio a Roma di Dorotea, per venerare le tombe degli apostoli, Adalberto morì (1390) e Dorotea, profondamente trasformata, si trasferì a Marienwerder. Qui incontrò il suo direttore spirituale, Giovanni da Marienwerder (1343-1417), sacerdote dell’Ordine Teutonico, professore a Praga. Era un saggio teologo e, accortosi della grandezza spirituale della penitente, iniziò nel 1392 a trascrivere le sue visioni e il suo insegnamento.

Nel 1393 Dorotea si ritirò da reclusa in un locale nei pressi della cattedrale, facendo ogni giorno la comunione, cosa a quei tempi eccezionale.

Dorotea morì a Marienwerder il 25 giugno 1394 e fu subito venerata come santa e patrona della Prussia. È rappresentata con in mano il libro delle rivelazioni, la corona del rosario e cinque frecce, le stimmate. La sua spiritualità è stata paragonata a quella di S. Brigida e S. Caterina da Siena.

 

 

21 GIUGNO 2016

FISSATA DAL GRAN MAGISTERO LA DATA DELLE

INVESTITURE DEL 2017 PER LA COMMENDA SICILIANA

L’Abate Generale Dr. Bruno Platter, 65° Gran Maestro dell’Ordine Teutonico, su proposta del Commendatore di Santa Maria degli Alemanni, ha fissato la data delle investiture dei nuovi membri della Commenda siciliana che avranno luogo il 15 ottobre 2017 presso la Cattedrale di Monreale.

Come di consueto il Pontificale per le investiture sarà preceduto, il 14 ottobre 2017, da un incontro culturale organizzato dall’Accademia Teutonica Enrico VI di Hohenstaufen e dalla Veglia di preghiera con la recita dei Vespri che avranno luogo presso la Chiesa Capitolare Teutonica del Sacro Cuore in Monreale.

 

 

20 giugno 2016

FIRMATI ACCORDI DI COLLABORAZIONE

SCIENTIFICA DELL’ACCADEMIA TEUTONICA

CON L’ACCADEMIA SAN PIETRO E CROCE REALE

L’Accademia Teutonica Enrico VI di Hohenstaufen ha firmato due accordi di cooperazione scientifica con l’ “Accademia San Pietro” e con “Croce Reale”.

L’Accademia San Pietro ha sede a Sartirana Lomellina, in provincia di Pavia, presso la storica Villa Buzzoni, è dotata di una ricca biblioteca ed annovera tra i propri accademici S.A.R.I. l’Arciduca Martino d’Austria Este.

“Croce Reale” ha sede a Torino e della sua consulta d’onore fanno parte personaggi come i Principi Ferdinando e Carlo Massimo ed il Principe Maurizio Ferrante Gonzaga del Vodice. Si ispira ai principi e ai valori della Dottrina Sociale della Chiesa Cristiana Cattolica come fondamento della cultura italiana ed europea. Ha come criterio ispiratore il contrasto ad un’Europa senza anima, senza spessore morale e schiava del sistema economico e si batte per un’Unione Europea basata su reali elementi di comunanza storico-culturale identificate nelle Radici Cristiane dell’Europa.

 

 

15 giugno 2016

CONVEGNO SATIRANA 18 GIUGNO 2016

L’intero programma può essere scaricato cliccando sull’immagine.

 

 

01 GIUGNO 2016

UDIENZA PAPALE A CONCLUSIONE DEL PELLEGRINAGGIO

PER IL GIUBILEO DELLA MISERCORDIA

DELLA COMMENDA A ROMA

(Sua Santità Francesco ed il Commendatore Teutonico di Sicilia)

Si è concluso con l’udienza papale e con l’attraversamento della Porta Santa della Basilica di San Pietro il pellegrinaggio giubilare della Commenda di Santa Maria degli Alemanni a Roma.

Il Commendatore, accompagnato dall’Assistente Spirituale Mons. Michele Pennisi famOT, Arcivescovo di Monreale, ha incontrato il Sommo Pontefice al quale ha rivolto il filiale saluto dell’intera Commenda, portando in dono il bassorilievo in bronzo di Santa Maria dei Teutonici.

    (Lapide all’ingresso del Campo Santo Teutonico all’interno della Città del Vaticano)

Subito dopo l’incontro con il Santo Padre il Commendatore, i Familiari e tutti gli accompagnatori hanno attraversato la Porta Santa della Basilica di San Pietro per poi raccogliersi in preghiera presso la Cappella Palatina della Basilica di San Pietro ove, lo stesso Commendatore ha presieduto un breve momento di preghiera comunitaria recitando anche l’antica orazione dei Cavalieri Teutonici che, ormai tradizionalmente, chiude tutte le celebrazioni della Commenda siciliana.

     (Un gruppo di Familiari della Commenda di Sicilia all’interno della Chiesa del Campo Santo Teutonico)

I Familiari Teutonici hanno poi lasciato dalla Basilica dalla porta che conduce direttamente al Campo Santo Teutonico, il cui ente morale è accademico d’onore dell’Accademia Teutonica Enrico VI di Hohenstaufen, che hanno visitato rendendo omaggio a tutti i defunti che ivi riposano in pace.

 
<< Start < Prev 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Next > End >>

La consultazione del sito dell'Ordine Teutonico Sicilia prevede l'utilizzo di cookie. La prosecuzione della navigazione si intende come implicita accettazione di tale condizione.